Unico nostro interesse: Legnano e i legnanesi

Compito principale di un leader è quello di fare l’interesse del gruppo che rappresenta, mettendoci la faccia. Quindi il presidente di Legnano Futura deve innanzitutto tutelare la sua lista civica, anche prendendosi le più insensate critiche dalla marea di politologi che abbondano a Legnano. Perché se in Italia sono tutti commissari tecnici, a Legnano sono tutti politologi, basta urlare … del resto non lo diceva anche Felice Musazzi che “Chi vusa püsè, la vaca l’è sua”?

Legnano Futura sta lavorando da anni, ha ricercato i bisogni della città, ha fatto “recruiting” di teste valide, ed è sempre stata aperta al confronto e al dialogo con le altre forze politiche, chiedendo solo discontinuità. E allora vale la pena esaminare gli scenari che si è trovata davanti Legnano Futura.

Iniziamo dal centrosinistra, o meglio dal sedicente centrosinistra. La loro linea è sempre stata: o Centinaio, o morte. Nessun contatto, nessun interesse a dialogare, nessuna attenzione verso il programma di Legnano Futura.

Passiamo poi a quello che sembrerebbe un blocco civico, o meglio un sedicente blocco civico. Nato sotto l’egida di un potente politico nazionale in stretta collaborazione con Centinaio, questo “blocco civico” aveva già deciso, senza nemmeno invitarci al tavolo, che Legnano Futura avrebbe dovuto portare in dote i suoi voti senza nemmeno voler prendere in considerazione il candidato sindaco di Legnano Futura e il suo programma. Chi fa politica ha capito sin dall’inizio che l’operazione sembrava rivolta a far convergere, nel turno di ballottaggio, i voti su Centinaio. Certo, queste sono finezze che il politologo medio legnanese non comprende, chi invece mastica politica da anni le capisce al volo. Quindi mai e poi mai avrei permesso di lasciar usare Legnano Futura per secondi fini.

Da chi è arrivato interesse verso il programma di Legnano Futura? Dal candidato sindaco Gianbattista Fratus, che ha apprezzato la concretezza e l’operatività del nostro programma, che ha chiesto a Legnano Futura di sedersi al tavolo dove verrà scritto il suo programma.

Legnano Futura chiedeva un candidato sindaco che ben conoscesse la macchina comunale e volesse fare suo il programma di Legnano Futura. Per questo la lista civica ha scelto di sostenere Fratus, a livello locale non contano sinistra, centro, destra, contano i progetti e le persone che si impegnano a portarli avanti.

E stendiamo un velo pietoso su chi si è avvicinato a Legnano Futura solo perché sperava in una candidatura a sindaco o a un assessorato, andandosene prontamente appena capiva che c’era da lavorare e non da prenotare poltrone!

Quanto alle accuse, che mi sono state rivolte, di aver tradito il centrosinistra, dico che semplicemente le ignoro. Prima dei colori politici c’è il bene di Legnano e dei legnanesi, per questo abbiamo lavorato e lavoreremo in Legnano Futura. Accuse che magari piovono dagli stessi che hanno esultato quando, in tempi non sospetti, ho deciso di lasciare prima il PD e poi la maggioranza che non stavano rispettando il programma su cui avevano ottenuto la fiducia dei legnanesi.

A parte il fatto che, proprio perché sono e resto di centrosinistra, faccio davvero fatica a trovare il centrosinistra, soprattutto a livello locale. Che nessuno venga a dirmi che il PD ora è il centrosinistra! Poi il presidente di una lista civica imparziale non deve certo traghettarla verso il suo colore politico!

Legnano Futura sarà presente alle elezioni comunali con il suo simbolo, con la sua autonomia, a sostegno di un candidato sindaco che ha condiviso il suo programma. E io, come presidente, non ho fatto altro che essere politicamente imparziale per fare in modo che i progetti di Legnano Futura si concretizzino nell’amministrazione della città, per fare in modo che nuove volonterose persone siedano nell’aula di Palazzo Malinverni.

Bando alle ciance, forse è meglio leggere il nostro programma per Legnano , basta cliccare qui. Chi non ha saputo apprezzarlo, se ne faccia una ragione.

Stefano Quaglia
Presidente di Legnano Futura

1.240 visualizzazioni

I commenti sono chiusi.